mercoledì 12 dicembre 2007

Questa mattina sono in Sim****** srl, argomento "Lavorare per Obiettivi".
Alla mia domanda: "Avete creato un Piano Operativo", Guido mi risponde "io progetto .... non lavoro per obiettivi !".

Dopo una chiaccherata di 2 ore siamo riusciti a definire obiettivo e Piano d'Azione:

OBIETTIVO: Progettare con Qualità
L'obiettivo deve essere indicizzabile: abbiamo individuato i seguenti indici:

  1. n° progetti realizzati (suddivisi in Standard e Nuovi)
  2. tempo di esecuzione
  3. n° errori
  4. n° problemi in primo utlizzo (1 mese)

L'obiettivo deve essere motivante: abbiamo individuato le seguenti caratteristiche:

  1. creare qualche cosa di nuovo
  2. vedere il prodotto finito
  3. diminuire i tempi di realizzo
  4. non commettere errori
  5. che funzioni bene

Tutti ritengono quindi l'obiettivo chiaro e specifico.

E' stato anche definito nel tempo: 1 anno.

Buon LAVORO !!!!!

Attendo fiducioso dei vostri commenti ....

5 Responses so far.

  1. Den Bor says:

    Dopo l'analisi fatta insieme sul lavorare per obiettivi , mi è sorta una domanda, ma è possibile lavorare tutti per un obiettivo comune con l'aiuto di outlook? e se si , in che modo possiamo renderli trasparenti all'interno dello stesso gruppo di lavoro?

    ciao,attento al limite quando corri..

  2. Ciao Den,

    la risposta è affermativa.
    Sarà necessario (e sufficiente) che l'analisi e l'elaborazione del Piano Operativo (o Piano d'Azione) venga fatta da tutto il gruppo di lavoro.
    Ognuno poi riporterà le stesse categorie all'interno del proprio Outlook.

    Non ti nascondo però che, secondo me, è più efficace se ognuno individualmente elabora un proprio Piano Operativo e ci lavora sopra per qualche mese. Solo successivamente a questa prova il gruppo si ritrova e si confronta sui vari Piani Operativi fino all'elaborazione di un unico Piano Operativo Aziendale.

    In merito al limite ..... starò attento !

  3. speedy says:

    Ciao Luigi, pensando al futuro è d'obbligo lavorare per obiettivi e pianificare il proprio tempo.Mi ricordo un aneddoto (reale) di un Taxista a New York che disse al passeggero che cercava la moneta in tasca: "hey!!! time is money"...L'unica cosa è che, ogni qualvolta mi capita di pianificare delle attività con qualcuno, e mi prefiggo di raggiungere in una determinata scadenza quell'obbiettivo, quel qualcuno mi fa cambiare sia le attività che le urgenze, magari facendole diventare "imperative" ! Cmq perseverare con determinazione è quanto dobbiamo fare, noi che ci crediamo! ciao & grazie

  4. Ciao Speedy ... a proposito: come mai il nome Speedy ?

    La capacità di decidere su quali attività lavorare e la costanza di portarle a termine è una competenza di pochi, ma è una delle chiavi del successo.
    Ti dirò in tutta sincerità che non ho grande stima per le persone che non sono in grado di pianificare con costanza il loro tempo. Ma questo detto da me che ci credo è banale.
    Ciao

  5. speedy says:

    Ciao Luigi, Speedy perchè molte volte devo prendere delle decisioni in fretta..E LE PRENDO ! POI faccio fatica a cambiare idea! Sarà che sono testarda e/o CAPRICORNO? Mah. E' il mio nikname al corso di PNL e mi identifica, mi sento a mio agio! Poi ce ne sono altri, ma non voglio svelare. Per quanto riguarda la pianificazione, sento la mia propensione a questa attività, come alla formazione.Il non sentirsi mai arrivati ed avere fame di sapere, questo sento. Sarà, ma il tutto mi da la carica giusta e mi soddisfa perchè parte da ME non dall'esigenza di ALTRI. Voglio essere io artefice del mio film e non voglio vivere da spettatore !...

Blog Archive

The SketchNoteBook

The SketchNoteBook
il libro sulle SketchNote

Visual & SketcNote Shop

Visual & SketcNote Shop
Modelli Visuali per la formazione

Visualizzazioni totali

- borgo srl p.zza biagio marin, 13 - 35031 abano terme (pd) P.IVA 03388910287 © distinguersi o estinguersi ... - Powered by Blogger -