lunedì 20 maggio 2013

Devo dire che sto utilizzando le SketchNote ovunque … temo di esserne diventato dipendente. Sono riuscito ad utilizzarle anche per applicare la teoria dei pre-ordinatori, e devo dire con grande soddisfazione. Il concetto di pre-ordinatore è stato introdotto da Ausubel nel 1968 ed è stata utilizzato come tecnica per aiutare gli studenti per un apprendimento più efficace ed efficiente. In sostanza si tratta di introdurre i concetti fondamentali nel nuovo materiale da insegnare, in modo ordinato ed organizzato. Il bisogno di pre-ordinatori nasce dal principio psicologico che le esperienze pregresse formano degli schemi mentali con notevole grado di sviluppo. Scrivono Gage e Berliner nel 1988: “abbiamo schemi per mangiare al ristorante, per assistere alle partite di hockey e per far visita alla nonna. Le conoscenze associate a ciascuna di queste attività formano il nostro schema per quell’attività”.

Anche Knowles sottolinea l’importanza di creare una struttura o un quadro concettuale per il discente all’inizio della formazione, mentre Kohler suggerisce che l’apprendimento consiste di associazioni e le associazioni sono conseguenza dell’organizzazione.

Insomma cosa centrano le SketchNote con i pre-ordinatori ? Prendiamo una lezione di Project Management e sintetizziamo in un unico schema generale tutta la teoria. Naturalmente rappresentiamo il tutto con una Sketchnote:

sketchnote project management

Poi, all’inizio di un’attività formativa, proponiamola come pre-ordinatore al gruppo di discenti:

3 Responses so far.

  1. Ciao Luigi!
    Bello vedere le sketchnotes in azione!
    Mi stà frullando in testa l'idea di scrivere un libro illustrato con le sketchnotes sui "60 motivi per non cambiare in azienda". Non so se hai letto su questo argomento, è un post abbastanza commentato su Linkedin (che non riesco più a trovare, mannaggia...)

  2. Ciao Roberto,
    grazie del tuo commento, ma soprattutto dell'ispirazione! Oggi avevo un'attività proprio sul cambiamento: dopo aver letto la tua risposta ho cambiato completamente il programma e li ho fatti lavorare sul tema "30 motivi per non cambiare in azienda". Hanno elaborato 52 motivazioni ! Adesso le sistemo e le faccio votare a tutta l'azienda trovando qual è la motivazione più "forte".
    Appena finisco il tutto scriverò sicuramente un Post. Ciao e ancora grazie.

  3. Mi fa piacere che il mio post ti sia servito! Io ho cercato di categorizzare i "motivi" in base al tipo di attore che li adduce (i.e. "il disfattista", "il temporeggiatore"...) per affrontarli a gruppi omogenei...

Blog Archive

The SketchNoteBook

The SketchNoteBook
il libro sulle SketchNote

Visual & SketcNote Shop

Visual & SketcNote Shop
Modelli Visuali per la formazione

Visualizzazioni totali

- borgo srl p.zza biagio marin, 13 - 35031 abano terme (pd) P.IVA 03388910287 © distinguersi o estinguersi ... - Powered by Blogger -